giovedì 14 ottobre 2010

Il Portogallo paese ospite al Pisa Book Festival

Tre giorni dal 22 al 24 ottobre, con 170 editori.

L’ottava edizione del Pisa Book Festival si terrà dal 22 al 24 ottobre al palazzo dei Congressi con la partecipazione di 170 case editrici e, come annunciato lo scorso 12 ottobre a Roma, un focus sul paese straniero ospite d’onore, il Portogallo, cui sarà dedicata la giornata inaugurale, chiusa da uno spettacolo di confronto tra il Fado di Lisbona e quello di Coimbra.
Si svolgerà invece alla Stazione Leopolda il Pisa Book Junior, con 35 rappresentanti dell’editoria dedicata a ragazzi e bambini.
Il Portogallo ha un amore particolare per la letteratura ed é forse l’unico paese al mondo che dedichi una festa nazionale alla data di nascita di un poeta, Luis de Camoes, autore del poema ‘I Luisiadi’, ha ricordato l’ambasciatore Fernando d’Oliveira Neves.
Sette saranno gli ospiti portoghesi: Jose Eduardo Agualusa, Helder Macedo, Valter M. Mae, Franciso José Viegas e le tre poetesse Alice Branco, Filipa Leal e Caterina Nunes de Almeida, in rappresentanza di un paese e una lingua che, dal suo affaccio sull’Oceano, apre porte sull’Africa, dal Mozambico all’Angola e Capo Verde, e il Sudamerica, col Brasile.
Molti anche gli invitati italiani di questa edizione, tra cui saranno Vincenzo Cerami, Ugo Riccarelli, Gian Luca Favetto, Carlo D’Amicis, Michela Murgia, reduce dalla vittoria al Campiello, oltre a Marcia Theophilo, poetessa latinoamericana candidata al Nobel, come ha sottolineato la direttrice del Festival Luciana Della Porta.
In un momento di forte cambiamento dell’industria del libro, il Festival propone la zona e-biblio dedicata ai nuovi formati digitali (iPad, Kindle e Nook) e seminari con esperti del settore per l’aggiornamento di editori, librai e distributori, come per la curiosità del pubblico. Tra le novità di questa edizione, annunciate da Silvia Pagnin e Silvia Panichi, assessori alla cultura della Provincia e del Comune di Pisa, c’é la Borsa del Libro, tavola rotonda con alcuni Centri per la Promozione del Libro italiani e di Belgio, Olanda, Portogallo e Svizzera, che dedicherà particolare attenzione alla traduzione.
Nuova apertura anche al mondo dell’illustrazione per l’infanzia, con una mostra legata a un Concorso per illustratori esordienti, organizzato in collaborazione con Bibiana, la biennale d’illustrazione di Bratislava e il Museo della Grafica di Pisa. Torna infine l’iniziativa Green Book, un premio che riconoscerà il lavoro dell’autore che ha contribuito di più a diffondere l’amore per le piante e la natura.
Il Festival, attorno al quale sono promosse dal Comune una serie di manifestazioni apposta nel mese di ottobre, mentre al Teatro di Pontedera si dedicano due spettacoli al Portogallo, ha la Fondazione Caripisa come sponsor principale, che organizza a Palazzo Blu anche una grande mostra su Joan Mirò, e il sostegno del Centro per il Libro e la Lettura, della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Pisa.

La Cattedrale vecchia - Coimbra
Copyright © Laura Za

2 commenti:

Ana Tapadas ha detto...

Que interessante saber do meu país/cultura em italiano.

Susete Evaristo ha detto...

Obrigada amigo aqui em Portugal quase não se tem noticia sobre estes eventos tão importantes para a Cultura do nosso País.
Parece que voltamos ao País cinzentão de antes do 25 de Abril.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails